Allergie primaverili, Assosalute: ne soffre il 16% degli italiani

In testa ci sono gli starnuti con il 56% delle risposte, quindi il prurito al naso o gli occhi che lacrimano con il 45%. E’ la classifica dei sintomi allergici più fastidiosi secondo l’indagine promossa da Assosalute e condotta su un campione di mille italiani tra i 18 e i 64 anni. Dalla quale salta fuori che il 16% circa degli italiani soffre regolarmente di allergie all’arrivo di ogni primavera.

Anche per questo, l’associazione dei produttori di farmaci di automedicazione ha “allegato” all’indagine una raccolta di consigli da mettere in pratica dentro e fuori le mura domestiche. In casa, per esempio, è opportuno prevenire e ridurre al minimo le muffe, eliminare gli acari, avere cura della gestione e manutenzione dell’arredamento, pulire regolarmente le superfici, contenere la forfora degli animali domestici, eliminare gli scarafaggi (che depositano le uova e lasciano dietro di loro escrementi che possono scatenare allergie), controllare condizionatori e deumidificatori, infine fare attenzione alle sostanze contenute in disinfettanti, detergenti, sgrassanti e lucidi per mobili.

Tra i consigli da adottare quando si esce, invece, c’è quello di evitare di stare all’aperto nelle ore di maggiore concentrazione pollinica o nelle fasi iniziali di un temporale, proteggere gli occhi con lenti da sole e naso e bocca con una sciarpa, evitare viaggi con i finestrini aperti o in motorino, assicurarsi che i filtri dell’auto abbiano installato l’antipolline.