Con sigarette rischio fertilità e menopausa precoce

Il fumo, passivo e attivo, riduce la fertilità nelle donne e potrebbe essere legato alla menopausa precoce. Lo rivela un corposo studio epidemiologico pubblicato sulla rivista Tobacco Control e diretto da Danielle Smith del Roswell Park Cancer Institute a Buffalo. I ricercatori hanno analizzato una vasta mole di dati relativi a oltre 93 mila donne, fumatrici e non. Per le fumatrici i ricercatori hanno raccolto dati sul numero di sigarette fumate al giorno e l’età in cui hanno acceso la prima ‘bionda’. Per le non fumatrici, invece, i ricercatori hanno raccolto dati relativamente alla loro esposizione al fumo passivo sin da quando erano bambine. Èemerso che, rispetto alle non fumatrici, le donne che fumano e le ex fumatrici hanno un rischio del 14% in più di avere problemi di fertilità e del 26% in più di andare incontro a menopausa precoce prima dei 50 anni. In particolare le donne che hanno iniziato a fumare prima dei 15 anni vanno in menopausa mediamente 22 mesi prima rispetto alle non fumatrici; quelle che hanno dichiarato di fumare 25 sigarette al giorno vanno in menopausa mediamente 18 mesi prima. Per quanto riguarda invece le donne sottoposte a fumo passivo, le più esposte – ad esempio quelle che hanno vissuto con un genitore fumatore o un partner fumatore, o ancora hanno lavorato in un ufficio con colleghi fumatori – il rischio di problemi di fertilità è del 18% maggiore. E la menopausa arriva in media 13 mesi prima. (ANSA)