[/av_three_fifth]

Tumori al seno: fermando enzima possibile blocco metastasi ossa

Bloccare l’azione di un enzima detto Lox potrebbe evitare che il tumore al seno di tipo estrogeno negativo, che rappresenta circa un terzo dei casi ma può essere molto letale, trovi terreno fertile e si diffonda nelle ossa, evitando quindi le metastasi. E’ quanto emerge da una ricerca guidata dall’Università di Sheffield pubblicata su Nature. Circa l’85% dei tumori al seno che si diffondono nel corpo finiscono nelle ossa, rendendo a quel punto il cancro più difficile da trattare. Gli studiosi evidenziano che il tumore, per facilitare la sua diffusione, “fertilizza” le ossa e l’enzima Lox, che modifica l’ambiente osseo lasciando lesioni e fori nell’osso ne facilita la diffusione. Bloccando questo enzima con un farmaco si può evitare la diffusione del cancro e quindi le metastasi. I ricercatori sono partiti dall’osservazione che i pazienti con metastasi (tumori secondari) avevano più alti livelli di questo enzima nel sangue. In una serie di esperimenti sui topi, hanno mostrato che LOX interrompeva il normale processo di distruzione e ricostruzione ossea, lasciando lesioni e fori nell’osso, facilitando così la diffusione del tumore. Hanno evidenziato che utilizzando dei farmaci si può però bloccare l’azione di questo enzima: test sugli animali hanno mostrato che un insieme di farmaci per l’osteoartrite chiamati bifosfonati potrebbero impedire la diffusione del cancro, anche perché ‘interferiscono’ con il modo in cui l’osso viene riciclato al fine di rafforzarlo. (ANSA)

Iscriviti subito alla nostra newsletter.

Resta aggiornato sui prossimi articoli

Privacy policy *
Grazie per la tua richiesta
Si è verificato un errore durante il tentativo di inviare il tuo messaggio. Per favore riprova più tardi.

Leggi anche

Prenota subito uno dei nostri servizi.

oppure contattaci subito su Whatsapp 388 6592154

Prenota