[/av_three_fifth]

Istat, 12% italiani rinuncia a dentista per motivi economici

Nel 2013, il 12% degli italiani dai 14 anni in su ha rinunciato, nei 12 mesi precedenti, a una visita odontoiatrica o a trattamenti per motivi economici. Lo rileva il rapporto “Il ricorso alle cure odontoiatriche e la salute dei denti in Italia 2013” dell’Istat. Sul totale di chi rinuncia alle visite, i motivi economici incidono per l’85,2%. La quota di popolazione che durante l’anno si è rivolta al dentista o all’ortodontista è il 37,9% nel 2013, dal 39,3% del 2005. In aumento, dal 24% al 29,2%, la percentuale di chi ha dilazionato le visite in un arco temporale più lungo, da 1 a 3 anni.
Si riduce anche il numero di trattamenti effettuati: coloro che si sono sottoposti a un solo tipo di trattamento nell’anno sono il 70,7% (49,3% nel 2005) e diminuisce il ricorso ai dentisti che esercitano la libera professione. Nel Mezzogiorno solo il 27,7% della popolazione di 3 anni e più ha fatto ricorso alle cure odontoiatriche rispetto alla media nazionale del 37,9%. A livello nazionale, però, migliora complessivamente la salute dei denti rispetto al 2005. (ANSA)

[av_textblock size=’15’ font_color=” color=”]
Farmacia Pittari | dal 1912 al servizio della salute

Iscriviti subito alla nostra newsletter.

Resta aggiornato sui prossimi articoli

Privacy policy *
Grazie per la tua richiesta
Si è verificato un errore durante il tentativo di inviare il tuo messaggio. Per favore riprova più tardi.

Leggi anche

Prenota subito uno dei nostri servizi.

oppure contattaci subito su Whatsapp 388 6592154

Prenota