Sanita’: Iss, da gennaio 20 casi di encefalite virale da zecche

Dal primo gennaio al 30 settembre 2019 sono stati 20 i casi confermati di encefalite virale da zecche (Tbe), di cui uno associato a un viaggio all’estero (in calo rispetto al 2018 in cui erano stati 39), e 53 quelli di infezione neuro-invasiva da Toscana virus (tutti autoctoni) segnalati in Italia. Lo rileva l’ulti-mo bollettino del sistema di sorveglianza nazionale integrata delle arbovirosi dell’Istituto superiore di sanita’ (Iss), cioe’ le malattie causate da un virus trasmesso da insetti o zecche. Ad essere registrate sono anche altre malattie trasmesse in questo modo. Tra queste c’e’ anche la Dengue, di cui sono 152 i casi rilevati (tutti associati a viaggi all’estero), 15 quelli di Chikungunya (tutti associati a viaggi all’es-tero) e 4 i casi confermati di Zika (di cui un caso di sindrome congenita da Zika virus). Infine ci sono i casi di malattia di West Nile Virus, decisamente in calo quest’anno, visto da giugno ha colpito 48 per-sone: tra questi 22 nella forma neuroinvasiva (9 in Veneto, 4 in Emilia-Romagna, 6 in Piemonte, 1 nelle Marche, 2 in Lombardia), di cui 5 deceduti, 19 come febbre confermata (17 in Veneto) e 7 iden-tificati in donatori di sangue. Nello stesso periodo del 2018 erano 504 i casi confermati di West Nile Virus, di cui 205 nella forma neuroinvasiva, 239 come febbre confermata e 60 identificata nei dona-tori di sangue.

Credits to: Ansa
Foto di Daniel Bahrmann da Pixabay

Iscriviti subito alla nostra newsletter.

Resta aggiornato sui prossimi articoli

Privacy policy *
Grazie per la tua richiesta
Si è verificato un errore durante il tentativo di inviare il tuo messaggio. Per favore riprova più tardi.

Leggi anche

Prenota subito uno dei nostri servizi.

oppure contattaci subito su Whatsapp 388 6592154

Prenota