In un amminoacido il futuro della lotta anti-Alzheimer

E’ grazie a un lievito se in futuro si potrà avere a disposizione un amminoacido con proprietà antiossidanti che ha effetti promettenti nella prevenzione di malattie neurodegenerative come la demenza e l’Alzheimer. A dirlo è uno studio pubblicato su Frontiers in Bioengineering and Biotechnology Journal che è stato realizzato dalla Technical University of Denmark.

Tutto ruota attorno all’ergotioneina e a una nuova modalità di produzione individuata proprio dai ricercatori danesi. A causa degli alti costi di produzione, gli attuali prezzi di mercato dell’ergotioneina sono molto elevati rispetto alle vitamine come la C e la D che aiutano a prevenire anche determinate malattie.

Uno degli obiettivi principali per gli scienziati è stato quello di ottimizzare ulteriormente la produzione di ergotioneina per raggiungere un rendimento più elevato, in modo che possa essere venduta al consumatore a un prezzo molto più economico in futuro. In natura, l’ergotioneina è prodotta da batteri e funghi, ma gli enzimi utilizzati per produrla formano percorsi leggermente diversi.

Gli autori di questo studio, che ha permesso di produrre l’amminoacido dal lievito, sottolineano anche che i suoi effetti positivi sono stati finora riportati solo in modelli animali e, quindi, è troppo presto per dire se funzionerà nell’uomo. Indipendentemente da ciò, la produzione di ergotioneina su una scala più ampia rispetto ad oggi potrebbe essere importante per realizzare nuovi integratori alimentari.

Credits to: ANSA
Foto di Gerd Altmann da Pixabay